Buone notizie

  • Peter Hocken
    Il 10.06.2017 il Signore ha richiamato a sé nella notte padre Peter Hocken. All’età di 85 anni non compiuti se n’è andato un amico, un sacerdote, una persona sempre intenta a servire il Signore e il Suo corpo mistico. Dio gli ha donato un intelletto straordinario e una grande saggezza, insieme all’esperienza del battesimo nello Spirito Santo. È stato in grado di descrivere in maniera comprensibile e specifica le esperienze teologiche e spirituali della Chiesa di oggi, specie dopo il Concilio Vaticano II.
    2017-06-11
  • Liu Žen jing - (brat Yun)
    La Chiesa sotterranea cinese è sottoposta ad una crudele repressione e persecuzione anche in questi giorni. Yun sostiene che anche grazie alla persecuzione ormai più che trentennale, alla sofferenza e alle torture, oggigiorno i fedeli della Chiesa sotterranea cinese sono sempre più pronti a sacrificare la vita nei paesi musulmani, induisti o buddisti, per Gesù Cristo e per l'annuncio del Vangelo.
    2012-12-31
  • Egidio Bullesi
    Intanto a 13 anni prese a lavorare come carpentiere nell’arsenale di Pola, dove nonostante la giovane età, si fece notare per la coraggiosa pratica della sua fede cattolica, specie in quell’ambiente di affermato socialismo, meritandosi comunque l’ammirazione e la stima di tutti.
    2011-09-26

Video





Siamo tutti parte di una grande storia. La grande storia del mondo è composto di storie passate e presenti della vita delle singole persone. Il portale mojpribeh.sk si concentra sul momento più importante della storia del mondo e individuale, il momento della personale esperienza di persona con Dio.

Storia - Angela Mc Cauley
Rimanere in vita

small_angela mccauley.jpg

Angela è una moglie e madre di 14 figli. Lei e suo marito Brendan sono credenti impegnati da più di trent'anni. Si è ammalata di cancro al colon ma Dio l'ha salvata. Angela si dedica alla preghiera d'intercessione incentrandosi sulle guarigioni.
Il suo sito web è:
angelamccauley.wordpress.com

Ho sofferto di sanguinamento anale per tre anni. Non dissi nulla a mio marito. Non dissi nulla a nessuno, Speravo solo che passasse. Alla parola cancro non ci pensavo neppure.

So che Dio ci guarisce. Io e mio marito Brendan siamo dei credenti impegnati da più di trent'anni. Brendan è "profeta" e scrittore a tempo pieno. Io mi dedico alla preghiera d'intercessione incentrandomi sulle guarigioni. Abbiamo quattordici figli. Brendan opera in più di sessanta Paesi. Spesso lo accompagno. Il nostro cammino cristiano è fatto di agonia e di estasi, l'agonia dell'annullamento di se stessi e l'estasi nell'essere amici di Cristo ed ascoltare la sua voce.

Tutti i nostri figli sono stati bravissimi a scuola. Sono stati tutti in grado di vincere varie borse di studio e di studiare nelle migliori università come Oxford, Cambridge, la LSE di Londra, Liverpool, Aberdeen, Glasgow, Edimburgo, Dundee, Trinity, Queens e anche l'università dell'Ulster. Quando erano piccoli mi occupavo di loro con tanto amore: andare a letto presto, dire la preghierina, lavarsi i denti e spegnere la luce. Poi però iniziai a sentirmi trascurata e usurata dalla battaglia. Satana mi attaccava e stava iniziando ad avere la meglio su più fronti. Continuavo a tenere la casa e la famiglia in ordine, pregavo tanto per la mia famiglia, ma questi miei compiti mi sembravano come senza fine e soprattutto senza gratitudine. Sembrava che tutti in famiglia facessero le proprie cose e io rimanevo nel retroscena. Proprio in questo periodo della mia vita iniziarono quelle emorragie anali.

Il lunedì di Pasqua del 2010 dopo tanto tempo lo dissi a Brendan. Dopo di che tutto si svolse assai rapidamente. Scoprii di avere un carcinoma colorettale al IV stadio, una palla grossa come un'arancia. Il medico consigliò cinque settimane di chemioterapia e radioterapia e poi un intervento di rimozione del cancro.

Avevo praticamente la pancia aperta e dovevo portare sempre un sacchetto per raccogliere i miei rifiuti corporei. C'erano però speranze. Tutta la famiglia fu informata del mio male. Volevano sapere se si era allargato o meno. Tutti si chiedevano cosa ci avrebbe riservato il futuro. Sarei stata guarita da Dio? Avrei festeggiato i miei 60 anni o il 40° anniversario di matrimonio? Avrei vissuto a lungo per vedere i miei figli laurearsi? Avrei vissuto a lungo per vedere i figli dei miei figli? Avrei visto le mie bellissime figlie sposate? Avrei stretto i loro bambini tra le mie braccia?

Nell'Irlanda de Nord ci siamo uccisi fisicamente e verbalmente per più di 800 anni. Qui i cattolici e i protestanti si mandano reciprocamente all'Inferno con estrema facilità. Io e Brendan siamo nati cattolici e rinati cattolici; abbiamo lavorato in ambienti cattolici e protestanti per più di trent'anni. Brendan dice che siamo chiamati per tutta la Chiesa e per tutto il mondo. All'inizio non lo trovavo facile, benché sapessi bene che Gesù ci ha insegnato che dobbiamo amarci gli uni gli altri e solo così saremo suoi discepoli. Purtroppo c'erano diverse persone con cui i miei rapporti non erano dei migliori. Spesso rimproveravo a Brendan il fatto che non mi amasse o capisse abbastanza, che i miei figli non mi amassero o capissero abbastanza, che altri cristiani non mi amassero o capissero abbastanza. Tenevo a distanza da me molti credenti. Ma nei giorni della miseria Dio si è servito di tutti i tipi di credenti per amarmi e guarirmi. Dio mi ha trattato come un esempio pratico di quel che può fare il corpo del Signore.

Nella Lettera ai Romani (16, 20) leggiamo che l’Iddio della pace triterà tosto Satana sotto ai vostri piedi, se camminiamo tutti uniti. Nel momento in cui smisi di nascondere le mie emorragie a Brendan, assistetti ad un vero e proprio cambiamento di pressione. Un peso enorme che si toglieva di mezzo. Una macigno che rotolava via. Come se Dio l'avesse fatto sbalzare con un calcio e il corpo del Signore era improvvisamente libero di agire. E tutto ha funzionato! Cattolici e protestanti. Irlandesi e inglesi. Cristiani con cui fino a poco prima avevo litigato. Tutti mi vennero incontro per aiutarmi. Dio aveva usato il corpo del Signore per guarirmi. Dopo che Brendan lo disse alla famiglia sentii come grossi massi che cadevano giù e poi l'amore che scorreva liberamente. Brendan e i nostri figli pregavano per me. Nel giro di una settimana i sanguinamenti si arrestarono senza mai più tornare.

Dio ci parlava attraverso i sogni, le visioni e accadimenti soprannaturali. Brendan ebbe nove sogni. Io cinque. Quattro dei nostri figli uno ciascuno; e alcuni altri credenti ebbero tre sogni. Molti ebbero visioni. Diversi profeti varcarono la soglia di casa nostra. Tre dei nostri figli digiunarono per ventuno giorni. Altri credenti digiunarono per periodi più brevi. Dio si è servito di parabole, scritture e profezie.

Una profetessa inglese, Shirley Bowers, venne a pentirsi di tutto il male perpetrato dal dittatore Oliver Cromwell nei confronti degli irlandesi. Shirley disse che l'odio di Cromwell verso i cattolici era come un cancro che si espandeva nel nostro paese. La cosa curiosa è che noi abitiamo in una casa relativamente grande in cui prima viveva una nipote di Cromwell.

Fui anche liberata da due demoni, uno spirito generazionale di ribellione e uno spirito di amarezza. Dopo la liberazione sapevo ormai senza alcun dubbio che sarei guarita. Così interruppi tutte le cure, che però poi ripresi quando Brendan mi disse che era opportuno non interromperle. A parte una giornata in particolare, non ebbi mai complicanze dovute a effetti collaterali del mio trattamento anti-cancro.

Alla fine non vi fu neppure bisogno di operare. La colonscopia confermò che il cancro era scomparso e che il mio colon era roseo e sano come la pelle di un bambino. A quel punto io e Brendan avevamo la stessa opinione. Mi recai da un sacerdote e fui completamente guarita. Nessun bisogno di fare nient'altro.

Io e Brendan abbiamo scritto un libro sulla mia guarigione, il cui titolo originale è Staying Alive. Contiene più di cento eventi soprannaturali che si sono verificati durante la mia guarigione. Il libro è stato anche tradotto in slovacco dal bravissimo Branislav Škripek.

Il libro ha più di cento pagine e il suo titolo in lingua slovacca è ...a stále živá! Spero che avrete l'opportunità di leggerlo; così scoprirete quanto Dio ci ama, quanto Egli ami ciascuno di noi e quanto desideri guarirci. Ci tiene davvero a noi.

I libri sono disponibili su ver.sk e ZAEX un distributore cattolico.

Per ricevere una copia del libro in inglese inviare un e-mail a:

irishprophet@hotmail.com or prayingangela@hotmail.com

Sito web di Angela: angelamccauley.wordpress.com


Torna alle storie | | Become a friend of mojpribeh.sk on FB and share the Gospel